Ribolla Gialla Collavini

Azienda Eugenio Collavini

L'azienda vinicola Eugenio Collavini è nata nel 1896, ed è famosa per la cura nella vinificazione, che avviene in fruttaia, un ambiente in cui bassa temperatura e ventilazione concorrono allo sviluppo dei profumi, della sapidità, dell'eleganza e della corposità dei vini. Questo tipo di processo ha dato vita a vini come il Collio bianco Broy, pluripremiato. Un cenno a parte meritano gli spumanti e in particolare il processo che oggi è definito il "Metodo Collavini": 42 mesi, dal raccolto alla flute, per uno spumante considerato vera eccellenza del Friuli: la Ribolla Gialla Brut.

La Ribolla Gialla

È il vino che ha assistito e partecipato alla storia del popolo friulano degli ultimi settecento anni.
Il primo documento che attesta la sua esistenza è Medioevale, risale al 1299: riferisce di un contratto di vendita del notaio Ermanno di Gemona. Questo vitigno nel corso dei secoli ha avuto molti sinonimi: Rebolla, Ribuele, Rabuele, Ribuele Zale, Rebula (nella parte slava del Collio).

Sintesi del brief

Il Cliente sente l'esigenza di evidenziare soprattutto un concetto: Ribolla Gialla è più rara e più preziosa di uno Champagne

Body Copy

Due i body copy che si sono succeduti nella campagna:

Prima versione:
Solo tre ettari e mezzo di vigne in Friuli, tra il mare dell’Adriatico e le Alpi Giulie.
Solo pochi quintali di un’uva allevata fin dall’anno mille dai frati Benedettini.
Solo ventimila bottiglie in un anno, frutto di un lungo procedimento di spumantizzazione che porta questo vino a riposare 24 mesi sui lieviti e ad affinarsi a lungo in bottiglia prima di essere stappato.
Solo questo è Ribolla Gialla Spumante, un vino millesimato unico, da bere nei momenti più esclusivi per entrare così nel più esclusivo dei club.

Seconda versione:
L’esclusività è una questione di metodo: metodo di selezione per un Club, metodo di produzione per un grande vino.
Da un metodo esclusivo, inventato per esaltare le caratteristiche del vitigno Ribolla Gialla, nasce un Vino Spumante straordinario, incomparabile perché unico.
Un vino così particolare come la Ribolla Gialla, dall’equilibrio perfetto e delicatissimo, mal sopportava i metodi fino ad ora conosciuti e utilizzati. Per questo Collavini è andato oltre: oltre il metodo Classico (lo stesso utilizzato anche per lo Champagne), oltre il metodo Italiano, fino a inventare un procedimento di spumantizzazione che porta la Ribolla a riposare sui lieviti per ben 24 mesi e ad affinarsi a lungo in bottiglia. Solo ventimila bottiglie all’anno e quasi tre anni prima di poter essere stappata. Se riuscirete a trovarne una bottiglia, provate la setosità e l’eleganza di uno spumante tra i più rari: entrerete a far parte anche voi del più esclusivo dei Club.

Media

Campagna Stampa

Credits

Cliente: Ribolla Gialla
Committente: Alta
Creative direction: Jacopo Giovannoni
Art Director: Henry Bellucci
Copywriter: Jacopo Giovannoni

Back